Macchina VS Uomo: Google batte campione Europeo di Go




AlphaGo, questo è il nome della macchina “prodigio” che dopo oltre vent’anni di studio è riuscito a battere nientemeno che Fan Hui, il miglior avversario umano sulla piazza europea: 5 volte a zero.

La vittoria stracciante è stata a Go: uno dei più complessi ed avvincenti giochi da tavolo made in China; nacque almeno 2.500 anni fa ma è diventato “famoso” negli anni recenti.

La complessità del gioco è definita da un proverbio coreano che dice che nessuna partita di Go sarebbe mai stata giocata due volte. Nello specifico Go si basa su un continuo equilibrio tra attacco e difesa: durante la partita, infatti i due giocatori devono difendere le proprie pedine e le aree del tabellone o scacchiera (goban) che esse presidiano ma anche conquistare zone altrui.

Torniamo al nostro AlphaGo: un programma sviluppato da Deep Mind, impresa britannica che si occupa di macchine intelligenti, acquistata dal colosso di Mountain View nel 2014.

Il prossimo passo è stato già annunciato, la sfida si fa sempre più interessante, infatti il prossimo avversario del sistema di Big G sarà Lee Sedol, il miglior giocatore di Go al mondo.

E’ un passo avanti molto importante questo fatto da Google soprattutto perché anche Mark Zuckerberg sta muovendo i primi passi da programmatore AI. Il gioco si fa interessante!